Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘uova’

Con l’augurio che la Pasqua sia Buona con tutti noi…

Read Full Post »

Auguri affettuosi di Buona Pasqua a tutti i viaggiatori di espress451.

Read Full Post »

Buona Pasqua!

Auguri di una Pasqua Serena ai viaggiatori di espress451.

Read Full Post »

pasquauovapulcino

Auguri di una Pasqua Serena a tutti i “viaggiatori” di espress451.

Read Full Post »

pasqua

Auguri di Buona Pasqua a tutti i “viaggiatori” di espress451.

Read Full Post »

pasqua-2014

Auguri di una Pasqua Serena a tutti i viaggiatori di “espress451”!

Read Full Post »

Tempo di uova, da quelle di cioccolata a quelle sode da torta pasqualina.

Ma l’uovo semplice e goloso è quello detto “a la coque”, ossia “al guscio”. Eppure, come tutte le cose semplici, abbisogna di attenzione e cura, perché basta proprio un nulla e lui, offeso, non sarà più quello che ci aspettavamo.

Se portare l’acqua in ebollizione sembra plus facile, questa gourmanderie si gioca tutta, albume cotto e tuorlo no, nei famosi tre minuti in cui l’uovo deve stare “a mollo”. A questo punto il portauovo entra in scena, da quello decorato per far festa a quello casalingo per far coccola, e voilà l’uovo a la coque è servito. Grissini e crostini lo accompagneranno in tavola con sale e pepe quanto basta. Da gustarsi bollente ma con calma, cominciando a spogliarlo del suo guscio, per poi romperne la bianca sommità e affondare il cucchiaino nel “mar giallo”…

Ps: suggerisco come accompagnamento letterario il libretto di Aldo Buzzi, “L’uovo alla kok”, gustosa conversazione letteraria su ricette e cibo, dove già il sottotitolo è un vero trailer: “Ricette, curiosità, segreti di alta e bassa cucina, dall’insalata all’acqua, alla pastina in brodo della pensione, da Apicio a Michel Guérard, da Alexandre Dumas a Carlo Emilio Gadda, dal curato di Bregnier a San Nicolao della Flüe”. Un assaggio di noce moscata: “La noce moscata deve essere pochissima, è una regola generale: un pizzico è troppo: un’ombra, un’idea, un niente, un nonnulla. I francesi dicono un soupçon, un sospetto; cioè si deve sospettare che ci sia, ma non esserne certi“.

Read Full Post »

Older Posts »