Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Regina Elisabetta II’

Chi aveva allora, il 31 agosto 1997, più di quindici anni anni ricorda lo choc della notizia, tra incredulità e sconforto. La principessa del Galles, Lady Diana Spencer, era rimasta vittima a Parigi di un incidente automobilistico.

Scene collettive di cordoglio, il mondo intero a piangerla, la monarchia inglese “costretta” ad omaggiare la sua componente più ribelle. La Principessa del popolo, Regina di cuori, Rosa d’Inghilterra, A candle in the wind.

Sorriso timido, a volte malinconico, spesso radioso. Empatica, iconica, anticonformista, ma anche fragile, insicura, istintiva, Lady Diana ha reinventato la monarchia, rendendo obsoleto il freddo protocollo. L’incapacità a sottostare tacitamente alle regole di palazzo, la dedizione alle cause umanitarie, gli slanci affettuosi verso i figli, l’hanno posta a contatto di cuore col popolo. E proprio William ed Harry sono oggi la migliore testimonianza della sua essenza.

Come cantava Elton John, “Una candela nel vento, / che non si è mai spenta nel tramonto”. 

Annunci

Read Full Post »

"Queen Elisabeth's portraits" by Andy Warhol (1985)

“Queen Elisabeth’s portraits” by Andy Warhol (1985)

Il 21 aprile 1926 nasceva colei che sarebbe diventata la più longeva sovrana del Regno Unito, la Regina Elisabetta II.

Le celebrazioni, sobrie come nel suo stile, si faranno più evidenti in giugno con “Trooping the colour”, la storica parata militare a cavallo, e un grande picnic collettivo per le strade di Londra.

Per intanto Sua Maestà accenderà a Windsor la prima delle mille torce che illumineranno per l’occasione tutto il Regno Unito.

God save the Queen.

Read Full Post »

"Equanimity " di Chris Levine e Rob Munday (2012) - National Portrait Gallery, London

“Equanimity ” di Chris Levine e Rob Munday (2012) – National Portrait Gallery, London

Oggi, 9 settembre 2015, la regina Elisabetta II diventa la Sovrana britannica che ha regnato più a lungo nella storia d’Inghilterra, superando la regina Vittoria.

Nessuna celebrazione ufficiale, come nel suo stile understatement.

Ma un pezzo di Storia è ormai scritto.

Ps: Per la storia più piccola ci pensa Madame Tussauds con un vestito tutto nuovo. Minimalia destinate a noi umani.

Read Full Post »

Di questi tempi non è facile neppure essere royal baby.

Immaginate di nascere e rimanere senza nome per più di 48 ore, perché i parenti devono accordarsi sul da farsi.

Immaginate poi di ricevere non uno ma tre nomi, forse perché le precedenti discussioni hanno concordato poco.

Immaginate infine di avere a che fare, nella vostra identità, con un nonno che ha vissuto un trono più di spade che reale, con una bisnonna regina affatto di cuori ma di carattere notevole, e con una nonna autentica icona glamour nonché principessa del popolo, ma poco gradita alla corte.

Ora forse potete capire perché la royal princess Charlotte Elisabeth Diana a poche ore dalla nascita è apparsa pubblicamente bella addormentata. Perché quando nel ruolo è previsto di rado il tuo parere, non resta che cominciare a dormire. Come una principessa delle fiabe.

Read Full Post »

Si sono appena conclusi i festeggiamenti per il Giubileo di Diamante della Regina Elisabetta II d’Inghilterra, e intorno alla donna più conosciuta del mondo ho fatto alcune scoperte:

– Non può mai fare il bagno da sola perché deve essere sempre presente una cameriera. Un autentico inno alla privacy, “Dio salvi l’intimità della regina”.

– Non può mai scegliere il vestito che dovrà indossare perché c’è chi è pagato per farlo. Al bando ogni possibile “I love shopping”.

– Non ha passaporto, perché vengono emessi in suo nome. Ça va sans dire.

– E’ l’unica persona che in Gran Bretagna può guidare senza patente. Oh my God!

– Prepara personalmente in estate, con inchiostro verde, gli 850 auguri privati di Natale. Noblesse oblige.

– Ama bere la miscela di tè “Earl Grey”. In questo assomiglia a molti di noi, comuni mortali. Ma la sovrana ne beve ventisettemila all’anno. Chapeau! In omaggio ai suoi copricapo divenuti un autentico must. A partire dalla corona, mai semplice da indossare.

Read Full Post »