Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘primavera’

È la seconda primavera più calda dal 1880.

La calotta polare perde intere porzioni di ghiaccio.

Lo zero termico supera l’altezza del Monte Bianco.

La desertificazione tocca aree nuove.

Gli incendi dovuti ad autocombustione aumentano.

E noi umani? Imbevuti di pensiero magico, ci autoconvinciamo che prima o poi la febbre passerà.

Senza cure. Senza troppi pensieri. Pur sventolandoci sempre più.

Annunci

Read Full Post »

Buona Pasqua!

Auguri di una Pasqua Serena ai viaggiatori di espress451.

Read Full Post »

21 marzo: Benvenuta Primavera!

La vita si autorigenera, con la possibilità di nuove fioriture.

Colore verde giovane. Quello tenero ma prepotente. La forza dell’inizio. Che spesso è intuizione.

Forse per questo il 21 marzo è anche il Giorno della Poesia. Radici nel profondo e foglie esposte al cielo.

PS: oggi è anche il compleanno di questo blog. Sei anni, l’età delle scoperte nel mondo. Un viaggio che prosegue insieme ai passeggeri di questo “treno”.

Read Full Post »

Michele Cascella, “Vaso di mimose”

In attesa di un tempo, speriamo non troppo futuribile, in cui le mimose possano essere semplice simbolo di primavera.

Con le donne ricordate, rispettate, stimate ogni giorno dell’anno. Impegnate con gli uomini nella costruzione del mondo. Agendo in modi diversi, ma in possesso degli stessi strumenti.

E la libertà a proteggere entrambe le forme di respiro sul pianeta.

Read Full Post »

pasquauovapulcino

Auguri di una Pasqua Serena a tutti i “viaggiatori” di espress451.

Read Full Post »

"I fiori di Hampstead" (London) - Photo by Ester Maero

“I fiori di Hampstead” (London) – Photo by Ester Maero

Prodotti di primavera: fiori in sboccio, vita che si rigenera, semi da invasare, pioggia a dilavare, verde a dismisura.

Ma un verde giovane, colore ancora balbettante nel suo farsi, con entusiasmo e allegria tra le striature.

PS: Cinque anni fa “partiva” espress451. Un “verde” con striature già dense…

Read Full Post »

merlo

Un tempo, non troppo lontano, questi erano i giorni più freddi dell’anno.

Ora protagonista unico è, ancora e sempre, l’Anticiclone, con cui cieli plumbei e neve sono solo un ricordo.

Così i “Giorni della Merla” rischiano di diventare i “Giorni della Rondine”.

E se è vero che “una rondine non fa primavera”, è ormai attestato che la “merla” non è più segno d’ inverno.

Read Full Post »

Older Posts »