Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Papa Ratzinger’

CRISI: NAPOLITANO, UNIFICARE QUOTE DEI PAESI UE IN FMISERVONO NUOVE REGOLE, EUROPA FACCIA CRESCERE IL SUO PESO

E così si conclude la Presidenza più lunga della Storia della Repubblica Italiana.

Il senso di Stato, anche in quanto spirito di servizio, ha caratterizzato il Presidente Napolitano. Tanto più evidente in occasione dell’ accettazione del secondo mandato. E forse ancora di più al momento delle dimissioni.

Qualcuno ha azzardato un paragone con le dimissioni del Papa emerito Ratzinger. Forse con quella lungimiranza di chi fa un passo indietro non solo per questioni anagrafiche ma anche per un percepire che il tempo corrente necessita di altre figure. Di svolta, di rottura. Un giro di boa.

Speriamo che il nuovo non si risolva in un semplice giro di poltrone.

Read Full Post »

trono-papale

Il Papa è ancora Ratzinger per una quindicina di giorni, ma è come se la carica petrina fosse stata già archiviata. Non da lui, ma da noi.

Perché le “pecore” sono così. Se il “pastore” le lascia si sentono “smarrite” e necessitano immediatamente di una nuova “guida”. Vedere il soglio vuoto è choccante non solo per la sua portata rara e quindi storica, ma anche perché è cattolicamente spiazzante.

Il Pontefice è vicario di Cristo, e in quanto tale è anche simbolo sacro. Vederlo perciò abdicare da quella carica-impegno-testimonianza appare ad un cattolico un venir meno a quanto pensiamo possibile solo per noi, ovvero la fragilità. Ecco lo smarrimento nostro. E’ difficile accettare che il Vicario di Cristo ammetta la propria fragilità.

D’altra parte dichiarare di non sentire più le forze per continuare a compiere pienamente il mandato è segno di notevole forza e spiazzante umiltà, sottolineando col gesto di rinuncia il senso di responsabilità che dovrebbe ammantare ciascuno nelle proprie funzioni: dare un “responsum”, una risposta meditata e convinta a chi l’aspetta. Se il “pastore” sa di non riuscire più a tener dietro alle sue “pecore” è atto di grande onestà permettere alle stesse di essere “guidate” da un “pastore” meno fragile. Far credere a qualcuno di essere al sicuro sapendo che qualcun’altro può meglio sorvegliarlo, quello sarebbe un atto di viltade.

Read Full Post »