Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘mondo’

María Hesse Ilustración

Sempre in attesa di un 8 marzo simile agli altri giorni dell’anno, in cui la donna sia naturalmente rispettata e considerata e amata, mi accontento per ora di una “Festa delle donne felici”.

Felici perché dotate, fin da piccole e in ogni latitudine, delle stesse possibilità di crescita date ai maschietti. Pur mantenendo quelle peculiarità che solitamente ci rendono più attente alla bellezza e alla fatica del mondo.

Read Full Post »

Video che porta il sorriso, insieme a Ermal. Si corre a perdifiato, ma le parole costringono alla resa.

Speed date come da manuale, a tratti logoro e ripetitivo. Ma dura un secondo. Poi la coppia giusta è pronta a girare il mondo. E a farlo girare intorno a chi guarda o sente i tre minuti della canzone.

“Dall’alba al tramonto” di Ermal Meta sta già spopolando, sia per il ritmo accattivante che per l’aria sorniona del cantautore. Con versi indovinati. Perché leggeri, seppur seri.

Read Full Post »

Come sarebbe vivere su un mondo-pesce?

Avremmo forse di più di quanto non sembra mai dover venir meno. E che invece sta diventando raro e prezioso.

Più acqua, più orizzonte, più silenzio.

Read Full Post »

boss-lady-by-june-dudley

A volte vorrei essere una cow-girl.

Per affrontare il mondo con atteggiamento sfrontato. A tratti esagerato.

Per ribadire il concetto. Senza sentirmi in difetto.

Read Full Post »

young-canute

Una paletta, un secchiello e l’orizzonte infinito che solo il mare riesce a regalarti.

Questa la prima sensazione di conquista del mondo.

Ps: una sensazione non così diversa da quella che si prova ancora oggi, a cinquant’anni di distanza, di fronte a quell’onirico discorso di Martin Luther King, in preda ad un visionario sogno.

martin luther king

Read Full Post »

coccinelle

Lo dico io che benissimo non ci vedo.

Penso di perdermi porzioni incantate di mondo.

Poi capisco che forse questo è il motivo per cui scrivo storie.

Read Full Post »

essenziale-piccolo_principe

Mentre il mondo cade a pezzi 
io compongo nuovi spazi 
e desideri che 
appartengono anche a te. 
Mentre il mondo cade a pezzi 
mi allontano dagli eccessi 
e dalle cattive abitudini, 
tornerò all’origine, 
torno a te che sei per me 
l’essenziale.

Marco Mengoni da “L’essenziale”, canzone vincitrice del 63° Festival di Sanremo

Read Full Post »

gaber_

A dieci anni dalla morte Giorgio Gaber resta presente con i suoi testi, alcuni talmente attuali da far tremare.

E in giorni di promesse elettorali tenere presente il suo monito sussurrato in “Mi fa male il mondo” può essere il nostro timone per tenere la rotta in un mare tanto agitato:

Bisogna assolutamente trovare il coraggio di abbandonare i nostri meschini egoismi e cercare un nuovo slancio collettivo magari scaturito proprio dalle cose che ci fanno male, dai disagi quotidiani, dalle insofferenze comuni, dal nostro rifiuto! Perché un uomo solo che grida il suo no, è un pazzo. Milioni di uomini che gridano lo stesso no, avrebbero la possibilità di cambiare veramente il mondo.

 

Read Full Post »

 

Ci becchiamo, per “ci troviamo”.

Mi hanno beccato, per “mi hanno preso”.

Si beccano (antico battibeccano), per “bisticciano”.

Perché il mondo sente la necessità di beccarsi?

Chi becca chi? Persino il suono è brutto, è cacofonico.

E poi da quando siamo dotati di becco? Homo beccus, non più sapiens.

Ma quando è becco il maschio, non solo della capra, è cornuto. Chissà perché.

Intanto fuori continua un freddo becco, che forse è tale perché punge.

Che riflessione “strana” questa mia di oggi. Forse nata come imbeccata per suscitarne altre.

Intorno ad un mondo che non chiude becco, pur non avendo più il becco di un quattrino.

Read Full Post »

Older Posts »