Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Modà’

ELLE

21 novembre 1945: nasce “ELLE”, rivista francese di moda e bellezza. Presto diventa internazionale con 42 edizioni in 60 Paesi.

Eleganza, glamour, stile, tendenze. Tutto in un magazine.

Settant’anni di charme. Tanto di chapeau.

Annunci

Read Full Post »

fiorucci_logo

Quanto ho amato gli angioletti Fiorucci!

Occhieggiavano da T-shirt e felpe con ammiccante ma casta malizia. Persino gli adesivi, negli anni ’70, erano ricercatissimi, da richiedere con insistenza nei mitici e coloratissimi negozi Fiorucci. Servivano ad “n-fiorucciare” diari, borse et affini.

Elio Fiorucci è stato un’icona dello stile pop attraverso tutte le sue creazioni, fossero tessuti, jeans, pubblicità o allestimenti di vendita. Con una caratteristica che lo rendeva irresistibile ai miei occhi: la leggerezza, del dire e del fare. Merce sempre più rara. Oggi addirittura insostenibile.

Grazie Elio.

fiorucci

Read Full Post »

marsala_634

La “Pantone”, l’azienda fornitrice di colori standard per il design e la moda, ha dichiarato il “Marsala” colore del 2015.

Una tinta raffinata, dalla tonalità calda, liquorosa appunto, di rosso, “che arricchisce la nostra mente e la nostra anima, dando sicurezza e stabilità“, ha detto Leatrice Eiseman, direttore esecutivo del “Pantone Color Institute”.

E allora un brindisi al nuovo anno con “Marsala”! Rigorosamente 18-1438 Pantone.

Ps: avevo pensato a questo post per l’inizio d’anno. Poi, come spesso avviene, molto dagli eventi è scardinato, e quindi bypassato. Soprattutto se il tempo si arrotola sempre più in fretta su se stesso. Non permettendo quindi alla porta di rientrare nel suo cardine. Perché il legno nel frattempo si è gonfiato.

Read Full Post »

sanremo 2013

Si dice che il Festival di Sanremo da sempre racconti in note le tendenze del nostro Paese. Chissà. Già troppi in questo periodo gli interpreti di future profezie papaline.

Esaminando però i titoli delle canzoni in gara scopriamo che, Se si potesse non morire, Il futuro che sarà potrebbe essere finalmente L’essenziale, cioè La felicità fatta di Scintille, semplicemente Sotto casa. Perché Sai (ci basta un sogno), anche se Mamma non sa. Ma forse E’ colpa mia se La canzone mononota fa ipotesi strane, come La prima volta (che sono morto). E se poi volessimo proprio esagerare Vorrei non restassimo mai A bocca chiusa.

Chissà che sarà. Tanto per cantà.

Read Full Post »