Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Guido Gozzano’

A cento anni dalla sua morte, avvenuta il 9 agosto 1916, la lezione di Guido Gozzano resta quella di una profonda intuizione sulla natura umana: “Quei ‘cosi / con due gambe’ che fanno tanta pena”.

Ripenso alla tenerezza antica della sua Signorina Felicita, una “beltà fiamminga” pur “priva di lusinga”, “efelidi leggiere” tra “iridi sincere”, e intorno alla cucina quegli odori “di basilico, d’aglio e di cedrina”.

E l’ironia lieve del Poeta nel raccontare a questa donna la sua necessità di partire: “viaggio per fuggire altro viaggio…”.

Pubblicità

Read Full Post »

kruskamp-janet-front-porch-in-maine

”                                                                         10 luglio: Santa Felicita

Signorina Felicita, a quest’ora
scende la sera nel giardino antico
della tua casa. Nel mio cuore amico
scende il ricordo. E ti rivedo ancora,
e Ivrea rivedo e la cerulea Dora
e quel dolce paese che non dico.

Signorina Felicita, è il tuo giorno!
A quest’ora che fai? Tosti il caffè:
e il buon aroma si diffonde intorno?
O cuci i lini e canti e pensi a me,
all’avvocato che non fa ritorno?
E l’avvocato è qui: che pensa a te.”

Guido Gozzano, da “La signorina felicita, ovvero la Felicità”

Ps: Così inizia la più famosa poesia di Gozzano, a cui sono legata da ricordi familiari. Si chiamava infatti Felicita la mia bisnonna e nei ricordi di famiglia è sempre stata persona speciale. Spesso mi sono ritrovata con lei, pur non avendola mai fisicamente incontrata, per quegli strani incroci temporali per cui mentre lei “rientrava” altrove preparavano le valigie per l’arrivo mio… Così la giornata di oggi è dedicata a lei e alla sua dolce disponibilità. Mi ha reso serena pensarla, specie nel primo giorno dopo le amenità maturali (si va dagli “apostoli” di San Francesco, sob, al latrare dei maiali, sigh). Grazie nonna Felicita.

Read Full Post »

Frederick Leighton, “Giugno in fiamme” – 1895

Giugno. Per le finestre il sole inonda
la bella stanza d’una luce aurina:
freme la messe ai solchi della china,
la messe ormai matureggiante e bionda.

Guido Gozzano

Read Full Post »