Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Musica’ Category

Canta bene, in ogni senso, Marco Mengoni, nel suo (ma anche nostro) “Muhammad Ali”:

Bene o male tutti i giorni
Ad incassare la vita sul ring
In piedi come Muhammad Ali
Siamo tutti Muhammad Ali“.

E ripensiamo a quell’uomo, a quell’esempio. Tentando, seppur maldestramente, di imitarlo.

Annunci

Read Full Post »

Giordana Angi, giovane cantautrice italo-francese finalista nel talent musicale “Amici”, sta spopolando con un suo inedito, “Casa”. Funzionano timbrica e musicalità in associazione a parole pensate: “Se non sei tu la casa io non so più abitare”.

Ma nel nostro tempo veloce sono gli sguardi ad avere la meglio, e allora un video originale fa la differenza. E qui gli oggetti sono fumettosi, il che fa rima con giocosi e affettuosi. Una “Casa” 2.0 dai sapori antichi.

Read Full Post »

Ha vinto il Premio Lunezia per il miglior testo.

“Nonno Hollywood” di Enrico Nigiotti è un commovente testo poetico, una lettera di struggente mancanza nei confronti del nonno ormai “partito”. Che ha però lasciato al nipote i propri affettuosi bagagli.

Nonno mi hai lasciato dentro ad un mondo a pile
Una generazione che non so sentire
Ma in fondo siamo storie con mille dettagli
Fragili e bellissimi tra i nostri sbagli“.

Read Full Post »

María Hesse Ilustración

Tre anni senza l’uomo delle stelle.

Con quel suo pulsare geniale e surreale.

Hallo Spaceboy.

 

Read Full Post »

È da poco uscita l’edizione arricchita dell’album quarantennale di Antonello Venditti, quello più amato, “Sotto il segno dei pesci”.

Era l’8 marzo 1978. E conteneva tutta la speranza di una generazione.

Giovanni è un ingegnere che lavora in una radio
Ha bruciato la sua laurea, vive solo di parole
Ma tutto quel che cerca e che vuole è solamente amore“.

Riavvolgendo il nastro, malinconia a parte per le note lontane e struggenti, quelle storie appaiono sempre attuali. Soprattutto nei desideri.

E anche allora, (forse esattamente come ora),

il rock passava lento sulle nostre discussioni”.

Read Full Post »

La canzone estiva dei “The giornalisti” mi è piaciuta al primo ascolto. Merito del ritmo indovinato. E di un video strutturato in soggettiva, tale da rimanere impresso per gli enne ascolti successivi.

Ma ad avermi colpito è stata l’associazione tra la “felicità” e quell’epiteto che la rende di tutti senza essere in fondo di nessuno, se non per poco tempo.

È la possibilità di una Felicità “Bocca di rosa” ad avermi immediatamente e definitivamente conquistato.

Read Full Post »

Sono una cultrice di Jain, ormai si sa. Per i suoni pop, i giochi di parole, i video colorati, le culture altre.

Questa volta, in “Star”, Jain critica la popolarità fine a se stessa:

“You wanna be a star
But you don’t know who you are
You wanna be a star
But you can’t stand the light

Vuoi essere una stella
Ma non sai chi sei
Vuoi essere una stella
Ma non sopporti la luce”.

E poi quel gioco tra sigle, ovvero tra quanto abbiamo e quanto siamo:

“I don’t need no MBA
To know music’s my DNA

Non ho bisogno di MBA
Per sapere che la musica è il mio DNA” .

A ricordarci di cosa debba rifulgere una vera “Star”.

Read Full Post »

Older Posts »