Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 15 giugno 2016

borges

Sono trent’anni che lo scrittore de L’Aleph, Jorge Luis Borges, ha lasciato l’umanità sguarnita dei suoi labirinti.

Dandoci però indicazioni, anzitempo, sul tempo moderno, quello liquido ed infinito che viviamo e attraversiamo. O meglio, da cui siamo attraversati, in quel borgesiano gioco di specchi e rifrazioni. Spesso a fatica e con pervadente confusione.

Sentendoci come L’uomo sulla soglia del suo racconto. Quella “soglia” che è anche il nostro “limite”. Per scegliere o recedere, ardire o perire.

Ps: Neuroni volti a Borges, ventricoli a mia mamma. A lei che fu grande a raccontarmi di quel grande. Facendomi entrare in punta di piedi nella Biblioteca di Babele.

Read Full Post »